martedì 11 novembre 2008

Free Burma

Per noi avere un blog è un passatempo in cui scrivere cose più o meno intelligenti che verranno più o meno lette. In altre parti del mondo è qualcosa di terribilmente serio e pericoloso.




Nay Phone Latt è un giovane blogger birmano condannato a vent'anni di reclusione per aver pubblicato una vignetta satirica contro il generale Than Shwe, capo della giunta militare che da quarant'anni tiranneggia il paese.


"Generale, chiediamo di discutere dei nostri diritti umani". "Ragazzo, credi che io sia ancora un essere umano".


Non lasciamo solo Nay Phone Latt.

2 commenti:

fritz ha detto...

E tanti altri.

diogene ha detto...

E' vero.