mercoledì 21 gennaio 2009

Carnival!

Cosa si può fare con 50.000 euro? Magari assumere per un anno un paio di operatori sociali, erogare dei contributi a chi ne ha bisogno, realizzare dei programmi di riqualificazione professionale. Tante cose. Ma quelle che ho elencato sono troppo grezze, prosaiche, roba da tempi di crisi.


Bisogna coltivare l'allegria e l'ottimismo e, ovviamente, l'identità culturale. Così il mitico Razzini, il consigliere regionale che difende la cultura bisiaca, durante la finanziaria regionale reperisce un bel gruzzolo e lo dona alla Pro Loco di Monfalcone per realizzare la prossima edizione del Carnevale. I vertici della Pro Loco esultano e Razzini si esalta: "Credo sia un riconoscimento importante per la nostra città e per il lavoro svolto dalla Pro loco che ha consentito al Carnevale monfalconese di effettuare il sorpasso quanto a presenze di quello di Muggia [wow! ndr]". Per il consigliere leghista "è giusto che la Regione tenesse conto del contributo che le iniziative organizzate a Monfalcone in occasione del Carnevale garantiscono il mantenimento e la salvaguardia delle tradizioni locali". E pensare che il Municipio nelle mani dei "rossi" aveva parlato di tagli e risparmi.

Carlo Blasini, presidente della Pro loco di Monfalcone, illustra la situazione dopo i nuovi finanziamenti: "La macchina organizzativa è a pieno regime. Abbiamo presentato all’assessore alla Cultura, Paola Benes, le nostre idee per ampliare i festeggiamenti, che dovrebbero partire già giovedì grasso sistemando un mega tendone in piazza e per arricchire la sfilata. Lei si è fatta portavoce di queste nostre proposte con la Giunta, ma manca ancora il benestare ufficiale per dar corso in concreto agli eventi". Per quanto riguarda l’ampliamento della sfilata mascherata del martedì grasso i contatti sono già stati avviati. Negli intenti della Pro loco c’è quello di dare al corteo mascherato un carattere multietnico, infatti, sono stati contattati gli organizzatori dei Carnevali di diversi Paesi, tra cui Francia, Svizzera, Austria, Slovenia e Brasile. A ora l’unico ad avere promesso la propria presenza è un gruppo di ballerine brasiliane.

Quindi, se ho capito bene, a Monfalcone arriveranno 50.000 euro che la Pro Loco userà per il "mantenimento e la salvaguardia delle tradizioni locali" portando le ballerine brasiliane.
Non ci resta che ridere. Samba!


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Cosa dice Diogene del viaggio della provincia in Argentina?

tic ha detto...

Diogene non so. Io mi auguro che si sia divertito, chi c'è andato.
Lontano da Gherghetta, finalmente!

La parola che devo digitare è 'immulat': vedete voi...